DAL 6 AL 9 OTTOBRE
In streaming

scarica-brochure

DAL 6 AL 9 OTTOBRE

In streaming

scarica-brochure

L’attenzione che da qualche anno si registra attorno al tema della sostenibilità nella moda deriva da dati allarmanti: dal 2016, il consumo mondiale dell’industria tessile e di confezione ha sorpassato le 100 milioni di tonnellate di tessuti e si prevede continuerà a crescere al tasso annuale del 4%. Un trend non esente da drammatici contraccolpi per l’ambiente e per la salute dei consumatori che ha smosso le coscienze di numerosi brand della filiera intenzionati a ridurre la propria impronta ambientale.
Abbracciare la sostenibilità non si traduce però soltanto in un impegno etico, con importanti ricadute in termini di investimento, ma anche in sostanziali risparmi energetici e può rivelarsi un’importante strategia per accrescere la reputazione dell’azienda agli occhi dei consumatori.

Fashion Research Italy propone il corso Green Fashion per affiancare le imprese e i professionisti del settore nella svolta verso una moda sostenibile.

DESTINATARI E OPPORTUNITÀPROFESSIONALI

Green Fashion è rivolto ai professionisti della filiera che vogliono sostenere la propria azienda nel percorso verso il raggiungimento degli standard europei di sostenibilitàper la moda ma anche a operatori della comunicazione e studenti desiderosi di acquisire o aggiornare le proprie competenze di green marketing.
Al termine del corso, ciascun partecipante sarà in grado di imbastire un piano di business e comunicazione che rifletta le strategie piùadeguate al posizionamento aziendale.

DESTINATARI

Green Fashion èrivolto ai professionisti della filiera che vogliono sostenere la propria azienda nel percorso verso il raggiungimento degli standard europei di sostenibilitàper la moda ma anche a operatori della comunicazione e studenti desiderosi di acquisire o aggiornare le proprie competenze di green marketing.

Al termine del corso, ciascun partecipante saràin grado di imbastire un piano di business e comunicazione che rifletta le strategie piùadeguate al posizionamento aziendale.

TERMINE ISCRIZIONI
18 Settembre

LEZIONI
06 –09 Ottobre

MODALITÀ
In streaming

COSTO
Diritti di segreteria: €60
Quota di partecipazione: €650

CONVENZIONI
10% di sconto riservato ai soci Confindustria Emilia, Clust-ER CREATE, Consorzio Parma Couture, Centergross e Assopellettieri.

SILVIA ZANELLA

silvia.zanella@fashionresearchitaly.org

051 2910041

TERMINE ISCRIZIONI
18 Settembre

LEZIONI
06 –09 Ottobre

MODALITÀ
In streaming

COSTO
Diritti di segreteria: €60
Quota di partecipazione: €650

CONVENZIONI
10% di sconto riservato ai soci Confindustria Emilia, Clust-ER CREATE, Consorzio Parma Couture, Centergross e Assopellettieri.

SILVIA ZANELLA

silvia.zanella@fashionresearchitaly.org

051 2910041

PROGRAMMA

Il corso intende offrire un valido aggiornamento sullo stato dell’arte, le linee guida e le certificazioni necessarie per avviare o completare il percorso di conversione verso un approccio produttivo sostenibile e un approfondimento delle strategie di comunicazione più adatte a valorizzare la reputazione aziendale in linea con un’autentica svolta verso una moda etica.

Il programma di Green Fashion si articola in:

9 ORE DI DIDATTICA FRONTALE distribuite in 3 moduli per approfondire le necessità operative cui far fronte quando si parla di sostenibilità nel fashion system:

9 ORE DI CASE STUDY dedicate alla condivisione ed analisi di importanti best practice della moda green, modelli di business positivi e stimolanti per fornire elementi di riflessione ai professionisti che si confrontano con le complessitàe le sfide dell’innovazione sostenibile;

4 ORE DI WORKSHOP (riservate ai 22 migliori candidati in graduatoria), una giornata operativa in cui i partecipanti hanno l’opportunitàdi analizzare la propria azienda e ragionare su modelli di business sostenibile che si possono applicare.

MODALITÀ: STREAMING A NUMERO CHIUSO

A causa dell’attuale incertezza del contesto sanitario nazionale, la prima edizione dei corsi saràin streaming. Dal 2021 auspichiamo di poter tornare ad erogarli nella doppia modalità: aula e streaming.
In questi mesi abbiamo infatti lavorato per estendere la partecipazione al corso ai molti che hanno fatto richiesta di fruirne senza raggiungere Bologna, attrezzandoci con un’adeguata piattaforma tecnologica e uno staff dedicato per garantire la miglior esperienza formativa virtuale.

Le ore di didattica frontale sono rivolte ad un massimo di 100 partecipanti, individuati tramite graduatoria di merito. Per garantire un proficuo confronto con gli esperti del settore coinvolti, il modulo laboratoriale èinvece riservato a soli 22 partecipanti.

STATO DELL’ARTE
Analisi e gestione dell’impatto etico e ambientale della filiera tessile e moda. La situazione in Italia e all’estero

L. Napoli, Sustainable Fashion Innovation Consultant

L’industria della moda èuna delle piùrilevanti al mondo ma èestremamente inquinante –seconda in termini di impatto ambientale solo a quella del petrolio –avendo impatti negativi anche a livello sociale. Pertanto l’esigenza di integrazione dei principi di responsabilitàe sostenibilitàsta contribuendo a rimodellare il settore. Nel modulo introduttivo si offriràuna panoramica globale sul tema della sostenibilitàper la moda e il tessile, analizzando gli impatti etici e ambientali della filiera ed introducendo i principali strumenti di valutazione e gestione.

Case study: Rimodellare il fashion attraverso la scelta consapevole di materiali sostenibili a cura di Giorgia Palmirani, Sustainability designer &consultant

COMUNICAZIONE SOSTENIBILE
Green fashion communication management e il consumo sostenibile

S. Gambi, Sustainable Fashion Communication Consultant

Nel Manifesto per la Sostenibilitàpromosso dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, si esplicita la necessitàper le aziende di veicolare in maniera corretta e trasparente il proprio impegno in ottica ambientale attraverso periodiche e pubbliche rendicontazioni. Il terzo modulo approfondisce questa esigenza attraverso il confronto di diversi piani di comunicazione corporate, orientati a evidenziarne opportunitàe criticitàe ad individuare gli approcci strategici piùadatti per coniugare rigore e attrattivitàdel brand in chiave di green marketing.

Case study: Opportunitàe criticitàdel marketing green applicate alla moda sostenibile a cura di Rosa Sembronio, Responsabile Marketing, Erreàsport (Parma)

LINEE GUIDA
Certificazioni e direttive in Italia e all’estero per la produzione tessile: l’iter per l’ottenimento

M. Piu, Coordinatore Scientifico ed Organizzativo dell’Associazione Tessile e Salute (Biella)

Le aziende sono tenute a dimostrare la trasparenza dell’intera filiera di prodotto, a partire dalla scelta delle materie prime, fino alla logistica e alla distribuzione, nonchétenere conto dell’impatto etico e ambientale della loro azione globale. Il secondo modulo ambisce a fornire una panoramica su questi temi in chiave scientifica e operativa, affrontando l’iter per l’ottenimento delle principali certificazioni necessarie a dimostrare l’efficace conversione dei processi produttivi e il delicato tema delle emissioni e dello smaltimento dei rifiuti.

Case study: Un piano di conversione green in rapporto ai consumi e volumi produttivi di un’azienda tessile a cura di Giuseppe Picerno, Head of Innovation and Sustainability, Manteco (Prato)

WORKSHOP IN STREAMING (Per i migliori 22 candidati selezionati)
Modelli di organizzazione e business sostenibile

F. Guenza, Co-fondatore di Blumine

Per affrontare la svolta sostenibile le aziende necessitano di un solido piano di business che parta da un’analisi della situazione attuale, ne individui i punti critici e preveda una serie di interventi da pianificare nel tempo. Il workshop prende in considerazione diversi modelli e strategie di conversione green per permettere ad ogni partecipante di valutare le piùadatte alla realtàda cui proviene.

SUSTAINABLE FASHION CASE STUDIES

RIMODELLARE IL FASHION ATTRAVERSO LA SCELTA CONSAPEVOLE DI MATERIALI SOSTENIBILI

G. Palmirani, Sustainability designer &consultant

Si specializza nell’ambito dell’interior &accessories design tra Bologna, Madrid e Londra. Oltre dieci anni nel settore, alla continua ricerca delle ultime tendenze, le permettono di approcciarsi alla moda sostenibile quando non era ancora una tematica cosìsentita. Nel 2011 fonda SAISEI, una linea di accessori nata dal riciclo di fibre naturali. All’esperienza di designer affianca quella di consulente per brand come TESTONI, GRUPPO IMPERIAL, GIORGIO BRATO, LAMENAGERE/OOO e ANTROPOLOGIE USA per cui realizza capsule green oriented. Da quest’anno ricopre il ruolo di Environment &Sustainability Consultant for Fashion Accessories in MIPEL.

UN PIANO DI CONVERSIONE GREEN IN RAPPORTO AI CONSUMI E AI VOLUMI PRODUTTIVI DI UN’AZIENDA TESSILE

G. Picerno, Head of Innovation and Sustainability, Manteco (Prato)

Fondata a Prato nel 1943, Manteco èun’eccellenza della filiera tessile Made in Italy specializzata nella produzione di lana e tessuti sostenibili e rigenerati per i marchi della moda internazionale. Con il progetto Manteco for Planet, Manteco èda anni attiva nella ricerca per l’innovazione sostenibile e l’economia circolare e nel corso degli anni ha acquisito le certificazioni green sia degli impianti che dei filati fino a poter garantire oggi una produzione a km0, tracciata e controllata a livello chimico, fisico e qualitativo. Un impegno che le èvalso il premio Radical Green.

OPPORTUNITÀE CRITICITÀDEL GREEN MARKETING APPLICATO ALLA MODA SOSTENIBILE

R. Sembronio, Responsabile Marketing, Erreàsport (Parma)

Azienda parmense fondata nel 1988, ErreàSport èun marchio specializzato nella produzione di abbigliamento tecnico sportivo il cui punto di forza èla gestione sostenibile dell’intera filiera produttiva: dalla selezione delle materie prime, alla progettazione grafica, alla prototipia fino al capo finito. ErreàSport èla prima azienda in Europa nel settore teamwear ad aver ottenuto nel 2007 la certificazione STANDARD 100 by OEKO-TEX®, un attestato che pone al centro le esigenze di tutela della salute e che fissa limiti estremamente rigorosi sulle componenti dei prodotti.

ISCRIZIONI

 

SCADENZE

CHIUSURA ISCRIZIONI

18 Settembre

GRADUATORIA PROVVISORIA

23 Settembre

TERMINE VERSAMENTI

29 Settembre

GRADUATORIA DEFINITIVA

30 Settembre

PERIODO LEZIONI

06-09 Ottobre

Valida l’account cliccando sul link che riceverai via email

Scegli il corso accedendo all’area riservata e seguendo la procedura guidata

Versa la quota di 60€per i diritti di segreteria (non rimborsabile)

Carica i documenti richiesti: documento di identità, codice fiscale, CV, lettera motivazionale
e liberatoria per l’utilizzo di immagini e video firmata

La commissione valuteràle candidature e pubblicheràuna graduatoria provvisoria per determinare gli ammessi alle lezioni in streaming (max 100) e al workshop (riservato ai primi 22).
Se non sei stato ammesso, puoi essere ripescato nella graduatoria definitiva.

Se sarai tra i selezionati, si attiveràun campo per caricare la ricevuta del bonifico
della quota di iscrizione pari a 650€ (non rimborsabile).

SCOPRI LA SEDE FRI

Un polo didattico, espositivo e archivistico interamente dedicato al mondo della moda che, con i suoi 7000 mq connotati dall’integrazione con le tecnologie di ultima generazione, costituisce un importante esempio di riqualificazione della periferia industriale e di riconversione conservativa di un complesso architettonico preesistente, dagli anni ’80 al 2000 stabilimento del Gruppo La Perla.

TI È RIMASTO QUALCHE DUBBIO?

CONTATTA IL TUTOR DIDATTICO:

SILVIA ZANELLA
silvia.zanella@fashionresearchitaly.org
051 2910041

TI È RIMASTO QUALCHE DUBBIO?

CONTATTA IL TUTOR DIDATTICO:


SILVIA ZANELLA

silvia.zanella@fashionresearchitaly.org
 

051 2910041

PARERI DEGLI EX STUDENTI


SCARICA LA BROCHURE

Compila il form per ricevere la brochure del corso Green Fashion direttamente nella tua mailbox ed iscriviti alla newsletter per rimanere aggiornato sulle attivitàFRI.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Accetto la normativa sulla privacy