CORSO ARCHIVI DELLA MODA: L’HERITAGE AZIENDALE COME STRUMENTO DI VALORIZZAZIONE DEL BRAND

L’interesse che negli ultimi anni si è generato attorno ad archivi prodotto, archivi d’impresa e, più in generale, agli archivi della moda si deve alle scelte virtuose di alcune grandi Maison che già da tempo ripongono cura e attenzione nei confronti del proprio heritage, consapevoli del suo strategico valore aggiunto.
Conoscere il proprio patrimonio può non bastare per vincere le sfide del mercato e distinguersi dai competitors; per mettere a reddito il proprio archivio è necessario infatti saperlo valorizzare attraverso precise strategie di marketing volte al rilancio del proprio Brand Heritage. Organizzare, catalogare, gestire e valorizzare un archivio di moda sono dunque le competenze essenziali per trasformare questa enorme potenzialità in un vero e proprio asset per l’azienda.

La Fondazione Fashion Research Italy, per colmare il vuoto formativo che ruota attorno a questi temi, apre la Fall-Winter school 2019. Quinta edizione del corso Archivi della moda: heritage management dedicato alla preparazione teorica e operativa delle figure professionali incaricate della gestione dell’archivio di moda in ambito aziendale.

SCARICA LA BROCHURE

ISCRIZIONI
08 Luglio – 11 Ottobre 2019

LEZIONI
04 – 15 Novembre 2019

LINGUA
Italiano

COSTO
Diritti di segreteria: €55
Quota di partecipazione: €900

BORSE DI STUDIO E CONVENZIONI
5 borse di studio del valore di €400
10% di sconto riservato ai soci ANAI

DOVE
Fondazione Fashion Research Italy
Via del Fonditore 12, 40138 Bologna

CONTATTI
Tutor didattico: Silvia Zanella
silvia.zanella@fashionresearchitaly.org / 051 2910041

UN CORSO PER ARCHIVISTA DI MODA

A chi si rivolge

Il corso di Archivi della moda è aperto a un massimo di 30 partecipanti ed è principalmente pensato per professionisti del settore moda, ma anche per archivisti, creativi, studiosi di moda e di management desiderosi di acquisire nuove e più precise competenze su un settore del fashion sempre più rilevante.

Profili in uscita

Due settimane studiate per offrire ai partecipanti una preparazione di alto livello, capace di fornire una chiara e il più possibile esaustiva panoramica sullo stato dell’arte degli archivi di moda e sulla loro gestione teorica e operativa: le caratteristiche e le necessità degli archivi di prodotto moda, i criteri descrittivi e i software catalografici più in uso nelle aziende e nelle istituzioni e tutte le specificità legate all’archivio fashion.

La Fall-Winter School si struttura dunque come un corso per archivista di moda, che voglia rafforzare o costruire le competenze utili alla creazione o alla gestione di un archivio in contesti aziendali, ma anche in fondazioni e musei d’impresa del settore Moda, Lusso e Lifestyle. Una nuova e specifica professionalità capace di analizzare e ordinare, secondo precisi e sicuri standard archivistici, i documenti e i prodotti dall’impresa di moda (disegni, brevetti, campionari, abiti, accessori, materiale di comunicazione, ecc.) collaborando con i diversi reparti aziendali alla realizzazione delle più appropriate strategie di comunicazione e valorizzazione.

  • Historical archive expert manager: figura in grado di organizzare e catalogare i materiali contenuti in archivio;
  • Records manager: attore chiave nei processi di digitalizzazione e di implementazione digitale dell’archivio;
  • Consulting archive supporter: consulente che affianca l’impresa nelle necessità e nei processi legati alla costituzione e al mantenimento di un archivio.

PATROCINI

Il corso di heritage management vanta il patrocinio di importanti enti protagonisti del panorama archivistico nazionale da sempre attenti alla valorizzazione di iniziative di aggiornamento per professionisti del settore tra cui:

corso-archivi-moda-novembre-2019-patrocini-anai-fashion-research-italy
AIUCD-partner-corso-archivi-moda-fashion-research-italy

IN ITALIA L’UNICO PERCORSO DI FORMAZIONE ARCHIVISTICA PER LA MODA

Grazie al coinvolgimento di autorevoli professionisti, laboratori e visite a rinomate realtà del settore, questo percorso di formazione archivistica per la moda è in grado di evidenziare caratteristiche, specificità e criticità degli archivi aziendali e delle collezioni fashion, fornendo una panoramica completa della situazione italiana.

42 ore di didattica frontale

Distribuite in moduli per approfondire il tema degli archivi della moda attraverso chiavi di lettura diverse: comunicazione e marketing, valorizzazione, software di catalogazione e case studies. In questa edizione verrà inoltre dedicato un focus agli archivi di grandi sarti e stilisti che hanno scritto la storia del fashion Made in Italy.

6 ore di laboratorio

Un’occasione per mettersi alla prova applicando le competenze acquisite durante le ore di lezione e confrontandosi con i professionisti coinvolti.

Laboratorio di catalogazione prodotto, Museo della Calzatura

Federica Rossi, Curatore Museo della Calzatura – Villa Foscarini Rossi

Laboratorio catalogazione tessile Fondo Brandone

Silvia Zanella, Executive assistant Archivio FRI

Il Museo della Calzatura, presso Villa Foscarini Rossi a Stra, raccoglie una collezione di oltre 1500 modelli di calzature femminili di lusso, prodotte dal calzaturificio Rossimoda negli oltre settant’anni di attività, frutto delle sue collaborazioni con i marchi della moda più prestigiosi del panorama internazionale. Al fine di familiarizzare con lo studio e la catalogazione del prodotto moda, la curatrice del Museo Federica Rossi metterà a disposizione dei partecipanti una piccola selezione di calzature “d’autore” che serviranno da oggetto di studio per la creazione di una scheda di catalogo.

Con l’intenzione di diffondere la cultura d’archivio nei processi creativi delle imprese fashion, la Fondazione Fashion Research Italy ha costituito un suo archivio, il cui fondo più cospicuo conta circa 30.000 disegni tessili su carta e tessuto capaci di rappresentare tutta la varietà stilistica del Made in Italy. Guidati da Silvia Zanella, gli studenti verranno invitati a confrontarsi con la schedatura tessile; partendo da libri campionario, libri varianti colore, disegni e altro materiale correlato, si cimenteranno con le esigenze catalografiche specifiche del settore.

Visite ad archivi, collezioni e musei d’impresa

Alcune tra le più prestigiose realtà aziendali italiane apriranno le proprie porte ai partecipanti al corso Archivi della moda che avranno così occasione di verificare sul campo le caratteristiche di questo genere di struttura conservativa guidati dai professionisti che ne fanno parte.

MODATECA DEANNA, SAN MARTINO IN RIO (RE)
Modateca Deanna, Centro Internazionale di Documentazione Moda, è un archivio storico che custodisce il know how sviluppato dal maglificio Miss Deanna dagli anni ‘50 al 2004 in un equilibrio perfetto tra ricerca, industria e artigianato. Grazie alla passione e al talento della sua fondatrice Deanna Ferretti Veroni, nel corso dei 50 anni di attività, il maglificio ha prodotto le collezioni dei più rappresentativi designers al mondo. Oggi rivive come luogo in cui designers e addetti ai lavori possono trovare gli strumenti di ricerca, aggiornamento e approfondimento fondamentali per la creazione delle nuove collezioni. Il patrimonio dell’archivio è in perenne espansione grazie alle continue ricerche e acquisizioni effettuate da Deanna e Sonia Veroni, Direttrice della Modateca Deanna.

corso-archivi-moda-novembre-2019-modateca-deanna-fashion-research-italy

ARCHIVIO MASSIMO OSTI (BO)
Il Massimo Osti Archive ha sede a Bologna, città d’origine di questo innovatore nel campo tessile a cui si deve la creazione del marchio Stone Island e la reinvenzione del leisurewear. L’archivio conserva 50.000 campioni di tessuti di diversi fornitori e laboratori di finissaggio internazionali e 5.000 capi di abbigliamento e maglieria che testimoniano le sperimentazioni tecniche e le ricerche di Osti.

 

 

corso-archivi-moda-novembre-2019-archivio-massimo-osti-fashion-research-italy

ARCHIVIO STORICO RUBELLI (VE)
L’Archivio Rubelli conserva sia tessuti prodotti dall’azienda sia pezzi storici europei, orientali e africani dal Rinascimento fino alla prima metà del XX secolo nonchè un nucleo grafico che comprende centinaia di schizzi e disegni preparatori. Tra le produzioni Rubelli, i velluti in seta e oro eseguiti per la Casa Reale agli inizi del ‘900 e i tessuti avanguardisti in stile Art Decò, nati dalle collaborazioni con Vittorio Zecchin, Guido Cadorin, Umberto Bellotto e Gio’ Ponti. I materiali di questo archivio storico rappresentano fonte d’ispirazione per le nuove collezioni, sono il punto di partenza per la creazione di tessuti esclusivi eseguiti su richiesta del cliente e sono indispensabili per la realizzazione di documenti tessili destinati sostituire quelli ormai logorati.

corso-archivi-moda-novembre-2019-archivio-rubelli-fashion-research-italy

MUSEO DI PALAZZO MOCENIGO-CENTRO STUDI DI STORIA DEL TESSUTO E DEL COSTUME (VE)
Il museo di Palazzo Mocenigo è stato istituito nel 1985 con un percorso espositivo che evoca diversi aspetti della vita e delle attività del patriziato veneziano tra XVII e XVIII secolo. I manichini in mostra indossano abiti e accessori antichi appartenenti al Centro Studi di Storia del Tessuto e del Costume, fondato nello stesso anno e che trova sede proprio nel palazzo. Il suo patrimonio consta delle ricche raccolte tessili e librarie provenienti dal disciolto Centro Internazionale delle Arti e del Costume di Palazzo Grassi e dalle collezioni di Vittorio Cini, acquistate dal Comune di Venezia, nonché dalle raccolte tessili dei Civici Musei Veneziani, che trovano sistemazione nel palazzo. Vanta inoltre una Biblioteca specializzata in storia del tessuto e del costume di circa 20.000 volumi, in cui spicca l’importante raccolta di oltre 13.000 figurini dal ‘700 al ‘900.

corso-archivi-moda-novembre-2019-museo-palazzo-mocenigo-centro studi-storia-tessuto-costume-profumo-fashion-research-italy

PROGRAMMA

LUNEDÍ 04 MARTEDÍ 05 MERCOLEDÍ 06 GIOVEDÍ 07 VENERDÍ 08
Archivi della Moda:
che cosa sono e perché servono
Visita al Fondo Renzo Brandone di FRI e aspetti conservativi; I libri campionario tessili. Un materiale d’archivio: come gestirlo e catalogarlo Modelli e necessità della schedatura tessile; Le antesignane del Made in Italy: il caso Sorelle Fontana Visite Le antesignane del Made in Italy: il caso Germana Marucelli e aspetti conservativi dell’archivio
Dalle 09:30 alle 10:30 Silvia Zanella,
Archivio FRI
Silvia Zanella,
Archivio FRI
Francina Chiara,
storica del tessuto
Modateca Deanna (RE) Silvia Casagrande, Archivio Germana Marucelli
Dalle 10:30 alle 11:30 Silvia Zanella Silvia Zanella Francina Chiara Silvia Casagrande
Dalle 11:30 alle 12:30 Silvia Zanella Silvia Zanella Francina Chiara Silvia Casagrande
Dalle 12:30 alle 13:30
Archivi della Moda:
che cosa sono e perché servono
Visita al Fondo Renzo Brandone di FRI e aspetti conservativi; I libri campionario tessili. Un materiale d’archivio: come gestirlo e catalogarlo Modelli e necessità della schedatura tessile; Le antesignane del Made in Italy: il caso Sorelle Fontana Visite Le antesignane del Made in Italy: il caso Germana Marucelli e aspetti conservativi dell’archivio
Dalle 13:30 alle 14:30 Giorgetta Bonfiglio Dosio, Ordinaria Archivistica Uni PD Danilo Craveia,
archivista
Roberta Lami Fontana,
Fondazione Micol Fontana
Archivio Massimo Osti (BO) Elisa Zonta,
restauratrice tessile
Dalle 14:30 alle 15:30 Giorgetta Bonfiglio Dosio Danilo Craveia Roberta Lami Fontana Elisa Zonta
Dalle 15:30 alle 15:45
Dalle 15:45 alle 16:45 Giorgetta Bonfiglio Dosio Danilo Craveia Roberta Lami Fontana Elisa Zonta
LUNEDÍ 11 MARTEDÍ 12 MERCOLEDÍ 13 GIOVEDÍ 14 VENERDÍ 15
La valorizzazione degli archivi di moda: la chiave espositiva Archivi d’impresa e identità di marca Archivi d’impresa; Laboratorio di catalogazione del disegno tessile Visite Laboratorio di catalogazione della calzatura; Il prodotto tessile: catalogazione e software.
Dalle 09:30 alle 10:30 Alessandra Arezzi Boza, Brand heritage expert Elisa Fulco,
Heritage Communication e Storytelling consultant
Isabella Campagnol, storica del costume e della moda Archivio Rubelli (VE) Federica Rossi,
Museo della calzatura di Villa Foscarini Rossi
Dalle 10:30 alle 11:30 Alessandra Arezzi Boza Elisa Fulco Isabella Campagnol Federica Rossi
Dalle 11:30 alle 12:30 Alessandra Arezzi Boza Elisa Fulco Isabella Campagnol Federica Rossi
Dalle 12:30 alle 13:30
La valorizzazione degli archivi di moda: la chiave espositiva Archivi d’impresa e identità di marca Archivi d’impresa; Laboratorio di catalogazione del disegno tessile Visite Laboratorio di catalogazione della calzatura; Il prodotto tessile: catalogazione e software.
Dalle 13:30 alle 14:30 Davide Amadei, scenografo e costumista Laura Fiesoli,
Museo del Tessuto di Prato
Laboratorio catalogazione tessile Fondo Brandone Palazzo Mocenigo, Centro studi di storia del tessuto e costume (VE) Dimitri Brunetti,
Prof. Archivistica UniBO
Dalle 14:30 alle 15:30 Davide Amadei Laura Fiesoli Laboratorio catalogazione tessile Fondo Brandone Dimitri Brunetti
Dalle 15:30 alle 15:45
Dalle 15:45 alle 16:45 Davide Amadei Laura Fiesoli Laboratorio catalogazione tessile Fondo Brandone Dimitri Brunetti

DOCENTI

Professionisti del settore e docenti provenienti da atenei pubblici e istituti privati, illustreranno la loro esperienza attraverso case study e lezioni frontali, dedicando parte dei loro interventi a laboratori che consentiranno di familiarizzare con la catalogazione applicata al prodotto moda e tessile.

Già collaboratore del Museo Salvatore Ferragamo, scenografo e costumista

Già Curatore dell'Archivio Rubelli (Venezia), Professore di Storia della moda e del costume, Istituto Marangoni, Milano e Firenze

Responsabile scientifico dell'Associazione Germana Marucelli, Professore a contratto di Storia della Moda e storia del Costume, Accademia di Belle Arti di Brescia

Già Curatore dell’Archivio e Museo Fondazione Antonio Ratti (Como), Professore a contratto di Storia della moda e del costume, Università Cattolica del Sacro Cuore, Brescia

Responsabile della Sezione Contemporanea del Museo del Tessuto, Prato

Heritage Communication and Storytelling consultant

Executive assistant del Responsabile dell’Archivio Fondazione Fashion Research Italy, Bologna

Restauratore tessile, conservatore Archivio Germana Marucelli

SCADENZE

Tutte le scadenze per presentare i documenti richiesti per la candidatura al corso Archivi della moda: heritage management:

APERTURA
ISCRIZIONI

08 Luglio 2019

CHIUSURA
ISCRIZIONI

11 Ottobre 2019

GRADUATORIA PROVVISORIA

14 Ottobre 2019

TERMINE
VERSAMENTI

22 Ottobre 2019

GRADUATORIA DEFINITIVA

25 Ottobre 2019

PERIODO
LEZIONI

04-15 Novembre 2019

COME ISCRIVERSI

Per presentare la tua candidatura alla Fall-Winter School, dopo aver letto con attenzione il regolamento, procedi sul sito dedicato seguendo le istruzioni di seguito riportate.

Modalità di iscrizione

1. Compila QUI la scheda anagrafica con i tuoi dati personali;
2. Conferma la registrazione cliccando sul link che riceverai via email (verificare eventualmente in spam);
3. Accedi all’area riservata, con username e password attivati, scegli il corso e segui la procedura guidata (entro l’11 Ottobre 2019, data di chiusura delle iscrizioni)
4. Versa la quota di 55€ a titolo di diritti di segreteria (non rimborsabile) tramite sistema di pagamento elettronico, indicando il seguente oggetto “diritti di segreteria corso; nome e cognome studente; titolo del corso corso (es. per studente Mario Rossi al corso in Archivi della moda: “diritti di segreteria corso; Mario Rossi; Archivi della moda”)
5. Carica i materiali richiesti (formato jpg o PDF di dimensioni max 2 MB):

  • Copia digitale di un documento di identità valido;
  • CV (formato europass);
  • lettera motivazionale.

6. Il 14 Ottobre 2019 sarà pubblicata la graduatoria provvisoria e vedrai comparire nella tua area riservata uno dei seguenti stati in relazione al punteggio ottenuto:

  • Ammesso con borsa: si attiverà un ulteriore campo per il caricamento della ricevuta di disposizione di bonifico relativa alla quota di iscrizione agevolata di 500€ (non rimborsabile);
  • Ammesso: si attiverà un ulteriore campo per il caricamento della ricevuta di disposizione di bonifico relativa alla quota di iscrizione di 900€ (non rimborsabile);
  • Non ammesso.

Se sarai tra i selezionati per partecipare al corso, avrai tempo fino al 22 Ottobre 2019 per completare la tua iscrizione, allegando la ricevuta di disposizione di bonifico relativo alla quota di iscrizione di 900€ (non rimborsabile)

Non sei stato ammesso? Hai ancora possibilità di essere ripescato!

7. La graduatoria definitiva sarà pubblicata il 25 Ottobre 2019.

Per maggiori informazioni, scarica e leggi il regolamento!

SCARICA LA BROCHURE

CONTATTACI

Ti è rimasto qualche dubbio sul nostro corso?
Contatta il tutor didattico a tua disposizione per rispondere ad ogni domanda!

Silvia Zanella
silvia.zanella@fashionresearchitaly.org
0512910041

FAQ

In caso di parimerito in graduatoria tra due candidati della stessa età, avrà diritto di precedenza chi ha per primo portato a termine la domanda di iscrizione (in base alla data di ordine di pagamento eseguito tramite sistema di pagamento elettronico attivo sul sito http://edu.fashionresearchitaly.org).

Tutti i candidati possono partecipare alla selezione per l’ottenimento delle 5 borse di studio a copertura parziale del costo di iscrizione messe a disposizione da Fashion Research Italy.
Una volta completata la procedura di iscrizione, la commissione giudicatrice provvederà all’analisi delle candidature e all’assegnazione delle borse (come descritto al cap. III del regolamento).

Studenti stranieri
Gli studenti stranieri posso iscriversi caricando il CV in lingua inglese ma si necessita la conoscenza della lingua italiana, essendo il corso erogato in italiano.

Liberi professionisti
Il corso è aperto ai liberi professionisti, studiosi e a tutti coloro che abbiano conseguito un titolo di studi secondo quanto previsto al cap. II del regolamento.

Titoli di studio
Candidati che abbiano conseguito titoli di studio diversi da quelli richiesti, possono essere ammessi dalla commissione giudicatrice, a fronte della valutazione di CV e lettera motivazionale e agli esiti di un eventuale colloquio (come indicato al cap. II Requisiti, punto 3 del regolamento).

Età
Per la partecipazione al corso di formazione, non esiste un limite d’età.

Il corso si svolge dal 04-15 Novembre 2019, dal lunedì al venerdì in modalità full time: dalle 9:30 alle 16:45.
La Fondazione FRI, a fronte di preventiva comunicazione agli studenti, si riserva il diritto di effettuare modifiche al calendario dei corsi per il migliore svolgimento degli stessi.

LE PRECEDENTI EDIZIONI DEL CORSO DI ARCHIVI DELLA MODA A BOLOGNA

Accreditati professionisti del settore hanno animato le precedenti edizioni del corso in cui sono state analizzate le diverse tipologie di archivi d’impresa moda, illustrandone la genesi ed approfondendone l’organizzazione e la gestione da attuarsi in armonia con le esigenze dell’impresa. Non sono mancati approfondimenti sul rapporto con le tecnologie digitali a disposizione delle moderne attività di catalogazione.

Un’esperienza di grande arricchimento per partecipanti, docenti ed organizzatori. SCOPRI DI PIÙ!