CORSO DI ARCHITETTURA PER LA MODA:
COME GLI SPAZI SI TRASFORMANO IN VALORE

L’architettura è strumento privilegiato di quei brand caratterizzati da un elevato posizionamento che, oltre alla qualità dei propri prodotti, hanno necessità di alimentare un immaginario fatto di prestigio, stile e raffinatezza.
Dagli showroom ai negozi, la moda necessita degli architetti al pari di stilisti, fotografi e modellisti.

Per tali ragioni nasce il corso in Architettura per la moda, con l’obiettivo di formare progettisti in grado di interpretare l’identità di un marchio per tramutarla in spazio architettonico, trasferendo quei significati di esclusività, lusso ed eleganza dall’abito all’ambiente deputato per esibirlo.

A CHI SI RIVOLGE

Per assicurare la migliore qualità della didattica ed il più efficace assorbimento dei corsisti nel mercato del lavoro, il corso di Architettura per la moda sarà a numero chiuso (min. 10, max. 25 studenti), erogato in italiano, e rivolto a laureati che abbiano ottenuto la laurea specialistica in scienze dell’architettura od altro titolo analogo, entro la data di termine delle iscrizioni (05/10/2018).

La commissione, a fronte della valutazione preliminare, unitamente agli esiti di un eventuale colloquio, può ammettere studenti con titoli di studio differenti dalle classi LM-03, LM-04, LM-10, LM-11, LM-12.

UN CORSO PER DESIGNER E ARCHITETTI DI MODA

Il corso approfondisce le esigenze del mondo moda, permettendo ai progettisti di acquisire competenze pratiche immediatamente spendibili nell’intero settore del lusso. Maturando dimestichezza con un segmento di mercato così esigente, svilupperanno inoltre la capacità di rispondere alle necessità di qualsiasi committenza, anche in settori diversi dal fashion.

Il profilo professionale in uscita è dunque quello di un interior designer con particolare competenza nell’ambito retail, allestimento, brand communication e brand identity del mondo moda, caratterizzato da un fascino intramontabile e da continue e gratificanti opportunità di impiego.

Il corso di Architettura per la moda si qualifica inoltre come un’opportunità unica di collegamento al mercato del lavoro, offrendo prestigiosi sbocchi professionali. A fronte di soli 3 mesi di formazione garantisce infatti agli studenti la possibilità di svolgere un percorso presso riconosciuti studi di fama internazionale, tra i quali:
OMA (Rotterdam); MVRDV (Rotterdam); ZAHA HADID ARCHITECTS (Londra); JEAN NOUVEL DESIGN (Parigi); STUDIO ITALO ROTA (Milano); LOMBARDINI22 (Milano); CLAUDIO SILVESTRIN ARCHITECTS (Londra); DIVERSERIGHESTUDIO (Bologna); OPEN PROJECT (Bologna); DUCCIO GRASSI ARCHITECTS (Reggio Emilia); ANTONIO RAVALLI ARCHITETTO (Ferrara); aMDL – MICHELE DE LUCCHI (Ferrara); DAVID CHIPPERFIELD ARCHITECTS (Milano); MARCO COSTANZI ARCHITECTS (Imola) e PAOLO CASTELLI S.P.A. (Bologna).

10 BORSE DI STUDIO

Ai dieci candidati più meritevoli, che la commissione giudicatrice avrà premiato con il maggior punteggio (sulla base dei criteri di valutazione: portfolio, curriculum vitae e lettera motivazionale), verranno assegnate borse di studio a copertura totale del costo di iscrizione.

PARTNER

FURLA, Paolo Castelli S.p.A., ESSE-CI, David Chipperfield Architects e Bonaveri.

UN PERCORSO FOCALIZZATO SUL FASHION RETAIL DESIGN

Un percorso di alta formazione che, accordando strumenti didattici di differente natura (didattica frontale, laboratori, visite in azienda, lectures e tirocinio formativo) approfondisce lo stretto legame esistente tra moda e architettura.

130 ORE DI DIDATTICA FRONTALE

Prima delle specialistiche di architettura in Italia ad aver codificato e raccolto unʼesperienza decennale nell’ambito del fashion retail design, garantisce una serie di riferimenti culturali di eccellenza ed una rinnovata attenzione alle più moderne tecnologie di display ed esibizione dei prodotti integrando competenze emergenti quali tecnologie multimediali e IOT ancora a margine dell’accademia tradizionale.

10 H - IL SISTEMA DELLA MODA
Modelli produttivi e modelli culturali

S. Segre Reinach, Professoressa associata del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita – UNIBO

10 H - VETRINE E VISUAL MERCHANDISING
Il dialogo fra prodotto e consumatore

G. Di Molfetta, Visual Merchandinser Elisabetta Franchi
Visita all’azienda Bonaveri e lezione speciale del presidente A. Bonaveri

16 H - CASE HISTORY
Casi di successo ed esempi di architetture a servizio della moda

C. Lunghi, Course leader in Domus Academy, NABA e Istituto Marangoni

12 H - DAL BRAND AL PROGETTO
Come l’identità di marca si traduce in spazio architettonico

D. D’Alessio, Direttore FUD-Lombardini22 Brand Making Factory

16 H - PROGETTAZIONE TECNICA PER LA MODA
Caratteristiche distributive e funzionali per showroom e retail

M. Costanzi, Direttore Marco Costanzi Architects

16 H - TECNOLOGIE COSTRUTTIVE PER LA MODA
Finiture, costi e scelte costruttive per il retail

P. Castelli, Presidente PAOLO CASTELLI S.p.A.

12 H - Immersive Storytelling for Fashion
Audio, video, immersività, IOT e nuovi strumenti digitali a servizio dell’architettura

M. Odelli, CEO DrawLight & Senso Immersive Experience
A. Gion, Head of Production Senso

14H - IL PROGETTO DELLA LUCE
Mettere in scena il prodotto moda

R. Fuser, Direttore Sviluppo Estero Esse-ci s.r.l.

12 H - FASHION EVENT & VISUAL DISPLAY
L’allestimento temporaneo per la moda

C. Tonon,, Architecture PR and Critic

12 H - EXPERIENCE DESIGN
Il fruitore al centro del progetto

L. Tani, Project Leader Ateliers Jean Nouvel

IL SISTEMA DELLA MODA 10 H
Modelli produttivi e modelli culturali
Simona Segre Reinach, Professoressa associata del Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita – UNIBO
Prendendo le mosse da una vera e propria esplorazione antropologica della moda moderna e contemporanea, il corso si orienta a fornire agli studenti le conoscenze base della disciplina moda e del fashion system. Attraverso un approfondimento dei punti di svolta più significativi della storia del fashion, il corso analizza l’intera struttura della filiera moda, soffermandosi con particolare attenzione sulle inevitabili implicazioni che le innovazioni tecniche e le svolte culturali e sociali hanno imposto negli ambiti della produzione, nella rappresentazione mediatica dei brand e nelle modalità di consumo.

VETRINE E VISUAL MERCHANDISING 10 H
Il dialogo fra prodotto e Consumatore
Gianluca Di Molfetta, Visual Merchandinser Elisabetta Franchi
Lezione speciale di Andrea Bonaveri, Presidente Bonaveri e visita all’azienda
Nell’ambito di boutique e negozi la vetrina assume un ruolo fondamentale nella relazione con il consumatore: è il più fondamentale momento di incontro con il pubblico, la prima esperienza che il consumatore fa del brand, la membrana che determina la divisione fra interno ed esterno. Nel corso degli anni le vetrine hanno subito numerosi cambiamenti e trasformazioni, ma restano fra gli elementi più delicati nella progettazione del fashion store. Il dialogo del negozio e fronte strada, il tipo di dialettica da definirsi col consumatore non è solo risultato delle particolari caratteristiche del brand, ma pure della singola collezione, stagione o momento della comunicazione aziendale. Attraverso il corso gli studenti apprenderanno da professionisti di settore le principali istanze nella progettazione/allestimento di una vetrina, comprendendone il significato ed acquisendo una serie di nozioni necessarie per impostare un racconto della moda raffinato ed avvincente.

CASE HISTORY 16 H
Casi di successo ed esempi di architetture a servizio della moda
Caterina Lunghi, Giornalista, Lecturer e Course Leader Istituto Marangoni, Naba e Domus Academy
Il corso si orienterà a dotare gli studenti di una serie di riferimenti tecnici e culturali utili allo sviluppo della propria creatività. Attraverso una serie di analisi di architetture realizzate (effettuate anche grazie all’intervento dei relativi progettisti), gli studenti otterranno una panoramica delle principali e più famose architetture a servizio della moda e dello shopping: Studio Italo Rota; Oma; Claudio Silvestrin Architects; MVRDV; Zaha Hadid Architects; aMDL – Michele De Lucchi; Foster + Partners; David Chipperfield Architects; Duccio Grassi Architects.

DAL BRAND AL PROGETTO 12 H
Come l’identità di marca si traduce in spazio architettonico
Domenico D’Alessio, Direttore FUD-Lombardini22 Brand Making Factory
Il corso si propone di percorrere i nodi chiave per l’avviamento di un corretto processo di interpretazione di un marchio o di un prodotto. Attraverso sessioni dal taglio anche laboratoriale, lo studente sperimenterà i processi di analisi, comprensione e sintesi alla base del processo di traduzione architettonica di un brand. Il corso chiamerà gli studenti ad offrire identità spaziale ad una specifica marca, guidandone la lettura nell’identificazione dei valori utili alla migliore definizione dello spazio architettonico. Grazie al corso, agli studenti sarà trasmesso un metodo di relazione con la committenza utile alla conduzione di scelte consapevoli, coerenti al prodotto e volte ad enfatizzarne lo specifico immaginario.

PROGETTAZIONE TECNICA PER LA MODA 16 H
Caratteristiche distributive e funzionali per showroom e retail
Marco Costanzi, Direttore Marco Costanzi Architects
Il corso si orienterà ad offrire una panoramica relativa al mondo del retail: dal concetto di Mass Market al progetto “one off”. Affrontando i principali nodi chiave relativi alla filiera, alla grande distribuzione fino al mercato del lusso, saranno identificate e rappresentate le diverse tipologie degli spazi per il commercio (concept store, pop up store, ecc.) con particolare evidenza dei criteri dimensionali e delle buone pratiche di progettazione e valorizzazione della merce. Sempre animato da una particolare sensibilità verso metodologie di realizzazione tecnica dell’idea, il corso offrirà anche uno spaccato sul concetto di omnicanalità, legando l’esperienza dello spazio architettonico al mondo web.

TECNOLOGIE COSTRUTTIVE PER LA MODA 16 H
Finiture costi e scelte costruttive per il retail
Paolo Castelli, Presidente PAOLO CASTELLI S.p.A.
Il corso si orienterà ad offrire ai progettisti una specifica competenza rispetto a materiali e tecnologie costruttive di alta qualità finalizzate al progetto retail. A tale fine saranno previste la presentazione di diverse linee di prodotto, valutandone caratteristiche, performance e possibilità di impegno, con un costante riferimento ai costi ed alle metodologie di inserimento nel progetto architettonico. Il corso verrà condotto percorrendo l’esperienza della Paolo Castelli spa, percorrendo le fasi salienti dell’organizzazione/ realizzazione di un progetto retail, raccontato secondo la preziosa esperienza di un general contractor.

IMMERSIVE STORYTELLING FOR FASHION 12 H
Audio, video, immersività, IOT e nuovi strumenti digitali a servizio dell’architettura
Mick Odelli, CEO DrawLight & Senso Immersive Experience e Andrea Gion, Head of Production Senso
Negli ultimi anni le tecnologie hanno assunto un ruolo sempre maggiore all’interno del progetto architettonico e del processo di vendita. A tale fine il modulo in Immersive Storytelling for Fashion si orienta ad offrire una panoramica delle possibilità di integrazione tecnologica utile ai progetti di exhibit e retail. Il corso presenterà le principali tecnologie messe a disposizione del mercato (display, sensoristica, mapping, lighting, IOT, touch, ecc.) enunciandone le caratteristiche di inserimento tecnico (dimensionale, hardware, software) e di costo all’interno dei progetti. Attraverso il corso gli studenti acquisiranno un importante vantaggio competitivo, sviluppando familiarità con una serie di soluzioni tecniche ad alto contenuto di innovazione ed apprendendone i meccanismi di interazione ed integrazione col progetto architettonico.

IL PROGETTO DELLA LUCE 14 H
Mettere in scena il prodotto moda
Roberto Fuser, Direttore Sviluppo Estero Esse-ci s.r.l.
Nella progettazione del punto vendita la luce è elemento fondamentale per catalizzare l’attenzione del consumatore, guidarne il percorso di scoperta della boutique, mettere in risalto il prodotto moda. Il corso si propone dunque di integrare la riflessione sull’illuminazione all’interno del processo compositivo, al fine di ottimizzare i risultati percettivi, emozionali e prestazionali degli allestimenti. Attraverso il corso gli studenti acquisiranno una serie di conoscenze teoriche utili ad approcciare il progetto illuminotecnico, a comprendere e a scegliere i prodotti più adeguati in relazione al particolare intervento, avendo anche l’opportunità di fare pratica applicando simili conoscenze al progetto di laboratorio. Grazie al corso i progettisti impareranno a controllare scientificamente il fattore luminoso, garantendone la massima ottimizzazione ai fini dell’acquisto e della valorizzazione del prodotto moda.

FASHION EVENT & VISUAL DISPLAY 12 H
L’allestimento temporaneo per la moda
Carlotta Tonon, Architecture PR and Critic
Il corso si orienta a fornire una panoramica dei principali allestimenti a servizio degli eventi moda. Il corso offrirà una sequenza di differenti case history focalizzando l’attenzione sulle tipologie di evento più frequenti (presentazioni, capsule, cruise collection, sfilate), sui budget a disposizione, sulle tempistiche, fino alle relazioni fra i differenti attori coinvolti in un allestimento temporaneo (gli architetti, i pr, i fornitori, i direttori artistici). In ultima istanza, il corso porrà particolare attenzione sulle necessità di comunicazione e racconto del progetto d’architettura, evidenziando necessità, metodologie e strumenti di rendicontazione del progetto dalle proprie fasi iniziali fino alla propria realizzazione ed eventuale pubblicazione sulle riviste di settore.

EXPERIENCE DESIGN 12 H
Il fruitore al centro del progetto
Livia Tani, Project Leader Ateliers Jean Nouvel
L’esperienza dell’individuo nello spazio architettonico non è un fattore casuale, ma può essere pianificata sulla base delle suggestioni o addirittura dei comportamenti (di osservazione od acquisto) che si intendono suscitare. Sempre più centrale nel processo di fidelizzazione e conversione di un consumatore si attesta l’esperienza che lo stesso conduce di uno specifico brand o prodotto: quali sono dunque i presupposti necessari a poter concepire uno spazio che generi esperienze significative e memorabili? Obiettivo del corso sarà fornire elementi e conoscenze utili alla costruzione di architetture rispondenti alle esigenze di comunicazione e posizionamento di qualsiasi brand o committenza, attraverso la conoscenza della psicologia dell’acquisto, dei meccanismi di distribuzione funzionale e di percezione dello spazio e del prodotto in esso collocato.

SPECIAL LECTURES

Un’occasione unica per i giovani designer di potersi confrontare con i grandi maestri del design contemporaneo nazionale e internazionale chiamati a condividere la loro esperienza progettuale per rinomati brand mondo della moda e del lusso. La loro visione dell’architettura, le scelte stilistiche e progettuali adottate per assecondarne le esigenze, evidenziando problemi e soluzioni.

IL CLUB
CAVALLI

I. Rota – STUDIO ITALO ROTA, Milano

GLI EPICENTRI E LA FONDAZIONE PRADA

I. Pestellini Laparelli – OMA, Rotterdam

LE BOUTIQUE
ARMANI

C. Silvestrin – CLAUDIO SILVESTRIN ARCHITECTS, Londra

LA CRYSTAL HOUSE DI
CHANEL

G. Rikken – MVRDV, Rotterdam

CHANEL PAVILLION BY ZAHA HADID

M. Leung – ZAHA HADID ARCHITECTS, Londra

BOUTIQUE
MOSCHINO

D. Angeli – aMDL – Michele De Lucchi, Milano

PROGETTAZIONE
é INNOVAZIONE

N. Scaranaro – FOSTER + PARTNERS, Londra

DAVID CHIPPERFIELD ARCHITECTS PER BALLY, BRIONI, VALENTINO, SSENSE

G. Zampieri – DAVID CHIPPERFIELD ARCHITECTS, Milano

LE BOUTIQUE
MAX MARA

D. Grassi – founder DUCCIO GRASSI ARCHITECTS, Reggio Emilia

60 H LABORATORIO

Il laboratorio sarà dedicato alla progettazione di una boutique Furla con il docente Giuseppe Zampieri, Fondatore, Direttore della Progettazione e Socio di David Chipperfield Architects, Milano.

Rappresenterà l’occasione di sintesi pratica tramite cui testare tutte le nozioni che saranno messe a disposizione con gli altri moduli didattici, garantendo risposte strategiche a richieste tecniche mirate. Gli studenti saranno incentivati ad utilizzare un approccio olistico che dovrà considerare il progetto dal punto di vista architettonico, oltre a quello commerciale per assecondare i desiderata del brand, e quello esperienziale per massimizzare gli input da trasmettere al cliente fruitore degli spazi.

TIROCINI

Al termine di laboratori e didattica frontale, entro 3 mesi dal termine delle lezioni, i partecipanti avranno la possibilità di svolgere un periodo di formazione all’interno di studi di fama internazionale, particolarmente orientati nell’ambito della progettazione per il fashion.

OMA

OMA, ROTTERDAM

MVRDV, ROTTERDAM

ZAHA HADID ARCHITECTS, LONDRA

JEAN NOUVEL DESIGN, PARIGI

ITALO ROTA

STUDIO ITALO ROTA, MILANO

LOMBARDINI22, MILANO

CLAUDIO SILVESTRIN ARCHITECTS, LONDRA

MARCO COSTANZI, IMOLA

DIVERSERIGHESTUDIO, BOLOGNA

La boutique Valentino progettata da Davivd Chipperfield

DAVID CHIPPERFIELD ARCHITECTS, MILANO

OPEN PROJECT, BOLOGNA

DUCCIO GRASSI ARCHITECTS, REGGIO EMILIA

ANTONIO RAVALLI ARCHITETTO, FERRARA

Lo studio di Michele de Lucchi al corso di "Architettura per la moda" di Fashion Research Italy

AMDL MICHELE DE LUCCHI STUDIO, FERRARA

La Paolo Castelli S.p.a. al corso di "Architettura per la moda" di Fashion Research Italy

PAOLO CASTELLI S.P.A., BOLOGNA

DOCENTI

Il corpo docente si compone di professionisti di chiara fama e di cui particolarmente rilevante sia stato il contributo nella disciplina di riferimento per garantire allo studente un approccio esteso e diversificato.

Giornalista, Lecturer e Course Leader Istituto Marangoni, Naba e Domus Academy

Fondatore, Direttore della Progettazione e Socio di David Chipperfield Architects Milano

CALENDARIO

APERTURA ISCRIZIONI

18 Giugno 2018

CHIUSURA ISCRIZIONI

05 Ottobre 2018

GRADUATORIA PROVVISORIA

15 Ottobre 2018

TERMINE VERSAMENTI

19 Ottobre 2018

GRADUATORIA DEFINITIVA

22 Ottobre 2018

AVVIO LEZIONI

29 Ottobre 2018

CHIUSURA LEZIONI

Gennaio 2019

AVVIO TIROCINI

entro Aprile 2019

INFO

PERIODO AMMISSIONE LINGUA SEDE
Ottobre 2018 – Gennaio 2019
Frequenza: 3 gg alla settimana
Tramite valutazione di portfolio,
curriculum vitae e lettera motivazionale
Italiano Fashion Research Italy
Via del Fonditore 12, 40138 Bologna
COSTO BORSE DI STUDIO ISCRIZIONE CONTATTI
Diritti di segreteria: €50
Quota di iscrizione: €3000
10 borse di studio a copertura totale del costo di iscrizione per i candidati più meritevoli. Apertura iscrizioni:
18 giugno 2018
Chiusura iscrizioni:
05 ottobre 2018
Coordinatore
Pietro Cervellati
studenti@fashionresearchitaly.org
051220086

PARTECIPA ALLE SELEZIONI DEI 25 DESIGNER

Modalità di iscrizione

Per partecipare alle selezioni, leggi con attenzione il regolamento, accedi al sito dedicato e segui la procedura guidata.

1. Compila QUI la scheda anagrafica con i tuoi dati personali

2. Conferma la registrazione cliccando sul link che riceverai via email

3. Accedi all’area riservata, scegli il corso e segui la procedura guidata (entro il 5 ottobre 2018, data di chiusura delle iscrizioni)

4. Verifica se hai diritto ad agevolazioni e versa la quota di 50€ a titolo di diritti di segreteria (non rimborsabile) tramite sistema di pagamento elettronico, indicando il seguente oggetto “diritti di segreteria corso; nome e cognome studente; titolo del corso (es. per studente Mario Rossi al corso di Architettura per la moda: “diritti di segreteria corso; Mario Rossi; Architettura per la moda”);

5. Carica i materiali richiesti (formato jpg o PDF di dimensioni max 25 MB):

  • copia digitale di un documento di identità valido;
  • copia digitale del codice fiscale;
  • portfolio (forma libera)
  • CV (formato europass)
  • lettera motivazionale

6. Il 15 Ottobre 2018 sarà pubblicata la graduatoria provvisoria e vedrai comparire nella tua area riservata uno dei seguenti stati in relazione al punteggio ottenuto:

Ammesso con borsa

Ammesso (si attiverà un ulteriore campo per il caricamento della ricevuta di disposizione di bonifico relativa alla quota di iscrizione)

Non ammesso

Se sarai tra i selezionati per partecipare al corso, avrai tempo fino al 19 Ottobre 2018 per completare la tua iscrizione, allegando la ricevuta di disposizione di bonifico relativo alla quota di iscrizione pari a 3.000€ (non rimborsabile)

7. Non sei stato ammesso? Hai ancora possibilità di essere ripescato!

La graduatoria definitiva sarà pubblicata il 22 Ottobre 2018.

Per maggiori informazioni, scarica e leggi il regolamento!

Info

Sei interessato al corso di alta formazione in Architettura per la moda e vorresti capire
se fa per te?

Contatta il coordinatore per maggiori informazioni:
Pietro Cervellati

studenti@fashionresearchitaly.org
051220086

LE DOMANDE PIÙ FREQUENTI

GRADUATORIA
1. Se due candidati sono nati lo stesso giorno e risultano parimerito in graduatoria, quale dei due avrà diritto di precedenza?
Avrà diritto di precedenza il candidato che ha per primo finalizzato la domanda di iscrizione (fa fede la data di pagamento dei diritti di segreteria).

COSTI
2. Come posso ottenere la borsa di studio?
Per partecipare alla selezione per l’ottenimento della borsa di studio è sufficiente seguire la procedura di iscrizione al link. Una volta completata, le candidature saranno analizzate dalla commissione giudicatrice che provvederà all’assegnazione delle borse così come descritto al cap. III del regolamento del corso scaricabile alla fine della pagina.

3. È prevista una forma di agevolazione per i candidati non ammessi alla precedente edizione del corso?
Per gli studenti già candidatisi e non ammessi/rinunciatari rispetto alla precedente edizione del corso, è previsto uno sconto del 50% relativo alla quota di diritti di segreteria.
Lo stesso è utilizzabile:

  • In caso di pagamento con paypal, attraverso un codice sconto, utilizzabile una sola volta, in fase di pagamento prima di effettuare il versamento. Per richiedere il codice inviare un’email al coordinatore (studenti@fashionresearchitaly.org).
  • In caso di pagamento attraverso bonifico bancario, riconoscere l’importo ridotto (€25) indicando nella causale di pagamento “diritti di segreteria agevolati corso; nome e cognome studente; titolo del corso” (es. per studente Mario Rossi al corso di Architettura per la moda: “diritti di segreteria agevolati corso; Mario Rossi; Architettura per la moda”);

REQUISITI
4. Sono straniero, posso iscrivermi? Curriculum e portfolio devono essere scritti in italiano o in inglese?
Sì, puoi iscriverti seguendo la procedura al link e puoi caricare il portfolio in inglese.
Per la partecipazione al corso è richiesta la conoscenza della lingua italiana (essendo il corso erogato in italiano), ma la commissione -analogamente a quanto riportato per il titolo di studi – può ammettere studenti in deroga a tale requisito. In tal caso sarà previsto un interprete.

5. Il corso è aperto ai liberi professionisti?
Sì, il regolamento recita (cap. II Requisiti, punto 3) che il corso è aperto a tutti coloro che abbiano conseguito un titolo di studi secondo quanto previsto al cap. II del regolamento del corso scaricabile alla fine della pagina.

6. Posso iscrivermi anche se ho conseguito solamente la laurea triennale o di titolo di studio diversi da quelli richiesti?
Sì, il regolamento recita (cap. II Requisiti, punto 3) che la commissione giudicatrice, a fronte della valutazione di curriculum vitae, portfolio, lettera motivazionale, unitamente agli esiti di un eventuale colloquio, può ammettere studenti con titoli di studio differenti da quelli riportati.

7. Esiste un limite d’età?
No.

FREQUENZA
8. Quali sono i giorni di lezione?
Il corso di Alta formazione si svolge nei primi tre giorni della settimana (lunedì, martedì, mercoledì) in modalità full time.

DATE
9. Quando inizia e quando finisce il corso di alta formazione?
Il corso inizia il 29 ottobre 2018 e termina nel mese di gennaio 2019.

Per maggiori informazioni, scarica e leggi il regolamento che trovi qui sotto!

RIVIVI LA PRIMA EDIZIONE

Rivivi la prima edizione del corso "Architettura per la moda" di Fashion Research Italy

Un percorso intenso, di incontri, lavoro e confronti, orientati ad evolvere il pensiero di 20 giovani studenti rispetto alle espressioni architettoniche del fashion system. Una classe preparata e diversificata, in cui diverse provenienze ed esperienze hanno garantito il primo momento di arricchimento di 3 mesi trascorsi all’insegna della progettazione per la moda, approcciata secondo 2 cifre fondamentali: la conoscenza e l’approfondimento delle caratteristiche di questo complesso ed affascinante mondo.

 

Riviviamo i momenti salienti di questi tre mesi!

SCOPRI DI PIÙ SUL RAPPORTO TRA ARCHITETTURA E MODA

Nel settore fashion & luxury da anni si susseguono casi esemplari di sinergia tra architettura e moda. Flagship, monobrand, concept tutti gli store di un marchio devono infatti risultarne lo specchio traducendo in spazi fisici l’identità e l’immaginario culturale e creativo.

Quello del fashion retail design è dunque un campo in continuo divenire, una sfida per architetti e designer alla continua ricerca di soluzioni innovative ed efficaci di cui il corso di alta formazione Architettura per la moda è occasione privilegiata per approfondire le tematiche.

Per maggiori informazioni sulla seconda edizione in partenza a fine ottobre, scarica la brochure e il regolamento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Accetto la normativa sulla privacy