Living Coral: il colore Pantone 2019 che esprime il nostro tempo

thumb image

Anche il 2019 inizia sotto il segno del colore dell’anno proposto da Pantone. Un argomento che suscita interesse e discussioni, stimola la creatività e sottolinea il ruolo del colore come elemento dominante nella percezione del mondo. Il colore 2019 è Living Coral ovvero PANTONE 16-1546, una tonalità corallo vivace, luminosa, energetica e delicata allo stesso tempo.

I VALORI DI PANTONE 16-1546

Leatrice Eiseman, direttrice esecutiva di Pantone, definisce questo colore “socievole” e ha dichiarato che questa scelta riflette un desiderio di ottimismo e relazione personale. Nell’era in cui tecnologia digitale e social media rischiano di “invadere” la vita quotidiana, le persone riconoscono il valore delle esperienze autentiche e dei legami coinvolgenti.

Questa tonalità comunica leggerezza, conforto ed emozioni positive ma la sua scelta ha ulteriori motivazioni di grande attualità. La barriera corallina è un ecosistema non solo straordinario dal punto di vista cromatico ma anche in continuo cambiamento, dove una miriade di esseri viventi vivono in relazione reciproca. Living Coral esprime anche questo risvolto ecologico e naturale, la sua energia vitale ci ricorda come la natura sia straordinaria e vada protetta.

Per questo il Color of the Year 2019 include una riflessione sui pericoli che sta correndo il nostro pianeta, e la barriera corallina è un esempio molto rappresentativo, e un invito a una sensibilizzazione globale su questo argomento.

Al di là dei risvolti psicologici, è interessante anche l’affermazione di Pantone su quanto la percezione dei colori sia influenzata dai social media che ci stanno abituando ai colori forti e saturi che sanno farsi notare per visibilità sugli schermi digitali.

PANTONE COLOR INSTITUTE TRA MARKETING E BRANDING

Il Pantone Color Institute ha iniziato nel 2000 a designare ogni anno un colore che diventasse espressione visiva di una sensibilità collettiva e termometro culturale dei trend emergenti. Pantone sottolinea che alla base di questa scelta c’è un intenso lavoro di ricerca a livello mondiale per individuare gli influssi che provengono dal mondo dell’arte, del cinema, del design e della moda insieme agli stili di vita, le nuove tecnologie, i materiali d’avanguardia. Un team di 20 persone svolge questa analisi per 9 mesi per definire “un’istantanea a colori della nostra vita globale”.


Dalla fondazione nel 1962 a Carlstadt nel New Jersey, l’azienda americana è riuscita nel corso di più di 50 anni a diventare un punto di riferimento a livello mondiale, influenzando le tendenze dei settori fashion e design. Nel 2007 è stata acquisita da X-Rite, una grande azienda americana che opera nel mondo della classificazione dei colori. Il fiore all’occhiello di Pantone è sicuramente il Pantone Matching System creato nel 1963 come modello cromatico in grado di catalogare e distinguere facilmente i colori.

Una delle case history più recenti che ha coinvolto anche Pantone in un ambito relativo al branding è la battaglia giudiziaria tra il marchio Cadbury di Kraft e Milka di Nestlè sull’utilizzo esclusivo di una sfumatura di viola, il Pantone 2685 C, per il packaging delle tavolette di cioccolato. Esempi eccellenti di colori considerati a tutti gli effetti elementi distintivi del brand sono il verde Starbuks ovvero il Pantone 3298 o quello che per tutti è ormai il Blue Tiffany, nome in codice Pantone 1837.

LIVING CORAL, DAL FASHION AL DESIGN

Il mondo della creatività, dal fashion al design fino al beauty, sembra che abbia accolto in modo entusiasta questa scelta visto che le sfumature corallo sono presenti in numerose collezioni 2019.

Modello Ginevra di Formitalia

In perfetta sintonia con questo segnale di stile Apple ha presentato l’IPhone XR anche in una calda tonalità corallo, Chanel ha scelto questo colore per i suoi accessori e Marc Jacobs ne ha fatto il segno forte della sua collezione P/E 2019. Di recente sui social media di tutto in mondo è rimbalzata l’immagine della top model Gigi Hadid in un total look colorallo che ha definitivamente santificato questa tonalità come uno dei must have della prossima stagione.

Un archivio di textile design ampio e articolato come quello del Fondo Renzo Brandone, custodito presso la Fondazione Fashion Research Italy, si rivela una grande risorsa per creativi, imprese di moda e studenti che vogliano effettuare ricerche nell’ambito del colore che oggi riflette lo spirito dei nostri tempi.

Per maggiori informazioni, scrivere a: archivio@fashionresearchitaly.org

Isabella Cardinali

Copywriter e storyteller, specializzata nei settori fashion, beauty e design. Dopo essersi laureata in Lettere Moderne presso l'Università di Bologna, ha lavorato molti anni come copywriter e content manager all'interno dell'Ufficio Comunicazione di La Perla, l'azienda italiana leader a livello internazionale nel campo della lingerie. Oggi svolge la sua professione come freelance collaborando con aziende, uffici stampa e siti web. Da sempre innamorata di Bologna, la città in cui ha scelto di nascere e vivere, sta portando avanti anche un progetto legato all'accoglienza turistica. Si definisce "sarta di parole".

More Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 − otto =

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Accetto la normativa sulla privacy