FASHION PHOTOGRAPHY ARCHIVE: UN PROGETTO CULTURALE PER VALORIZZARE LA BRAND HERITAGE

Tra il cosiddetto Fast Fashion e i brand la differenza la fanno le “radici” che in linguaggio tecnico si definirebbe la tradizione del marchio.

Sempre più brand oggi orientano le proprie energie sulla costituzione di musei d’impresa e archivi, per preservare la propria storia. Solamente attraverso la catalogazione e l’organizzazione dell’heritage, questo può essere studiato e divenire fonte d’ispirazione per nuovi prodotti. Attraverso strategie di Brand Heritage e Heritage marketing si valorizza dunque la storia delle imprese moda.

In quest’ottica Fashion Research Italy ha pensato di dar vita al progetto Fashion Photograhy Archive per aiutare le imprese fashion nella digitalizzazione del proprio archivio aziendale fisico, qualora già esistente, o nella costituzione dello stesso tramite catalogazione e schedatura del materiale negli anni conservato.

UN DATABASE DI FOTOGRAFIE DI MODA MA NON SOLO

Accanto a una maggiore alfabetizzazione culturale del proprio passato, si vanno organizzando, complici le infinite possibilità del web, database sempre più numerosi volti conservare il prodotto moda debitamente schedato. Manca però all’appello un database che racconti la storia del singolo brand attraverso le fotografie di advertising.

Nasce così Fashion Photograhy Archive, un progetto culturale senza fine di lucro, volto alla creazione di un archivio virtuale di fotografie di moda che risponda alla necessità di ricostruire e divulgare la storia dei brand attraverso uno strumento in grado di raccontare il patrimonio di valori maturato da uomini, capacità e cultura.

L’attenzione che la Fondazione pone sulla comunicazione ha orientato l’idea che il primo nucleo del database dovesse essere costituito da fotografie di campagna che, in quanto punto di incontro tra stile fotografico, obblighi commerciali e visione creativa, condensano in sé l’intera azienda nel delicato equilibrio di tessitura della propria immagine fatta di tradizione e innovazione con l’attenzione puntata sulla percezione del cliente finale.

Le fotografie di moda sono infatti qualcosa di più di un semplice tassello del settore del consumo e si giovano di un insieme di professionalità di cui il fotografo è solo la punta dell’iceberg.

Grazie alla generosità delle aziende, la piattaforma si sta nel tempo arricchendo di una serie di informazioni e materiali di comunicazione (dal comunicato stampa, ai cataloghi, ai lookbook, ai video) organizzati per mezzo di una schedatura ad albero che rende chiara la relazione tra i diversi elementi che concorrono alla narrazione della storia del brand e agevole la consultazione.

Fashion Photography Archive sta quindi prendendo forma come parte di una struttura ampia il cui ordinamento catalografico corrisponde a quello degli enti d’origine (le aziende che hanno aderito al progetto), così da costituire uno spazio virtuale in cui poter connettere e creare appartenenza anche all’interno della comunità reale.

UN ARCHIVIO CHE ENTRA IN RETE

L’archivio entra così in rete, anzi nasce nella rete perché è convinzione della Fondazione che la conservazione dei prodotti aziendali sia intimamente connessa alla comunicazione e alle modifiche, nei mezzi e nei fini, a questa apportate dalle moderne tecnologie.

Il vantaggio che l’archivio trae dall’incontro col mondo virtuale è indubbio: l’incremento delle funzionalità della consultazione è un aspetto di primaria importanza sia per chi gli si approccia, per ragioni di studio, sia per l’azienda, che ne trae beneficio per la comunicazione interna ed esterna.

La costituzione di questo database digitale, sostenuta tecnologicamente da Promemoria di Torino, è il frutto del coordinamento di numerose competenze. Al lavoro della Fondazione e delle aziende si aggiunge infatti il valido e motivato supporto dei tirocinanti dell’Università di Bologna impegnati nella schedatura e catalogazione dei materiali delle Maison che fino ad oggi hanno aderito al progetto, tra cui Les Copains, La Perla, Furla, W.P. Lavori in Corso, Gruppo Aeffe (Alberta Ferretti, Moschino, Jeremy Scott, Pollini, Philosophy by Lorenzo Serafini) e Borbonese.

FASHION PHOTOGRAPHY ARCHIVE: UN’OPPOTUNITÀ DI CRESCITA CHE PARTE DALLE RADICI

Fashion Photography Archive è un progetto culturale, senza fini di lucro, nato dalla volontà della Fondazione di valorizzare la Brand Heritage delle eccellenze del fashion della regione Emilia-Romagna come strumento di sviluppo aziendale.
Il progetto si affianca e integra ai sistemi di archiviazione dell’azienda, qualora già esistenti, o si propone come valida piattaforma per costituirli, nella consapevolezza che senza un archivio ordinato e catalogato non è possibile affrontare le sfide del prossimo futuro.

Le aziende interessate ad approfondire l’opportunità offerta dall’archivio fotografico possono richiedere un appuntamento con il dipartimento Archivistico della Fondazione Fashion Research Italy chiamando il 051 220086.